imagealt

Giorno della memoria


Il giorno della memoria

Il 27 gennaio del 1945 le truppe sovietiche aprirono i cancelli di Auschwitz e liberarono i prigionieri superstiti del campo di concentramento. Per questo motivo la data del 27 gennaio è stata scelta per ricordare tutte le vittime della Shoah, il termine ebraico che significa «tempesta devastante», usato per indicare lo sterminio del popolo ebraico durante il Secondo conflitto mondiale. Oltre agli ebrei, nei campi vi erano anche omosessuali, zingari, testimoni di Geova...

L’ITTS C. Grassi per l’occasione ha allestito nella sua biblioteca uno spazio apposito in cui, fino alla fine di gennaio, sono raccolte le principali letture sul tema della Shoah, affinché chiunque lo desideri possa richiederne il prestito.

Tale avvenimento ha colpito intere popolazioni, religioni, ma soprattutto esseri umani che sono stati privati di ogni diritto e libertà. Ricordare la Shoah ci insegna a non ripetere gli errori commessi, ci fa capire che le differenze tra noi uomini esistono, ma esse sono una ricchezza, non incidono sui nostri diritti e libertà.

Noi abbiamo visto dei film sulla Shoah e consigliamo:

"Il bambino con il pigiama a righe" che parla di un’amicizia

"La vita è bella", adatto sia ai bambini sia agli adulti, pur trattando di argomenti toccanti e seri.

"Il diario di Anna Frank" un film realistico, basato su una storia vera, utile a comprendere l'atmosfera di quel tempo.

"La scelta di Sophie" permette di capire il dolore di una madre all'interno dei campi di concentramento.

"Schindler's list" che aiuta a comprendere l'importanza della vita umana

Un gruppo di allievi della 1°A

con la prof.ssa Suriano

2020.01.15.168_GS_giornoDellaMemoria.pdf