imagealt

Gli studenti dell’Istituto Grassi connessi con la rete 5G della Vodafone


 

Il giorno 11 Febbraio 2020 presso il Politecnico di Torino, gli studenti del Grassi, le classi 3E e 5D, si sono connessi al mondo 5G della Vodafone.

Cos'è e cosa si intende per 5G?

Con il termine 5G si indicano tecnologie e standard di nuova generazione per la comunicazione mobile. Questa “quinta generazione”, che segue le precedenti 2G, 3G e 4G, è quindi la tecnologia di connessione che utilizzeranno i nostri smartphone, ma anche e soprattutto i tanti di oggetti connessi (IoT, Internet of things) intorno a noi, destinati a essere sempre più numerosi (elettrodomestici, auto, semafori, lampioni, orologi…). Una delle caratteristiche principali di questa rete è, infatti, proprio quella di permettere molte più connessioni in contemporanea, con alta velocità e tempi di risposta molto rapidi.

vodafone3

Sempre “on-line” con l’evoluzione tecnologica, presente alla dimostrazione dei servizi in rete 5G, l’Istituto Grassi, rappresentato dagli studenti della 3E e 5D, ha partecipato all’evento organizzato dalla Vodafone sui i nuovi servizi erogabili con la rete 5G.

 

Gli studenti hanno dimostrato grande attenzione, partecipazione attiva, meraviglia nel conoscere gli sviluppi sociali ed evolutivi della società attuale e il derivante cambiamento culturale delle generazioni non future,ma prossime.

vodafone2

I tecnici hanno illustrato le evoluzioni dei servizi connessi alla rete 5G:

 

  • Droni controllati e gestiti in remoto,

  • Sviluppo del contesto turistico, visite virtuali in Città e nei Musei,

  • Gestione dei dati, migliaia e statistiche derivanti,

  • Evoluzione e prevenzione della Sicurezza Stradale,

  • Manutenzione Aumentata, i tecnici del futuro,

  • Nuovi modalità di acquisto con informazioni più tecniche sui prodotti.

vodafone1

Grande interesse è stato l’esempio di Realtà aumentata applicata alla manutenzione tecnica. I campi applicativi della realtà virtuale e della realtà aumentata in ambito business sono svariati. Le aziende italiane adottano queste nuove tecnologie con lo scopo di migliorare e ottimizzare i processi produttivi e della relativa manutenzione. La realtà virtuale, per esempio, consente di riprodurre in modo digitale e tridimensionale oggetti e macchinari e di poter interagire con essi come se fossero veri. È anche un ottimo strumento per fare formazione, anche a distanza, simulando l’effettivo avvenire di fenomeni, guasti o problemi e permettendo alle persone di imparare a risolverli.

Le aziende di tipo industriale sanno bene quanto tempo possono assorbire le attività di manutenzione. Sia essa preventiva, correttiva o in alcuni casi perfino predittiva, richiede sempre l’allocazione di risorse umane ed economiche per garantire la continuità produttiva ed evitare i fermi macchina.

 

Gli studenti increduli, hanno dimostrato predisposizione al cambiamento, ormai imminente, le domande emerse nel dialogo con i tecnici Vodafone, hanno evidenziato sintonia con gli studi soprattutto per l’evoluzione della gestione in remoto delle attrezzature. Con grande entusiasmo, i ragazzi dell’Istituto Grassi, commentano: il futuro sembra essere più vicino, e a noi docenti ci fa piacere che gli studenti siano consapevoli che il cambiamento rappresenti una crescita professionale grazie anche ad una tecnologia in forte e veloce crescita!